Normal view MARC view ISBD view

Storia della Terra di mezzo : v. 2 : Racconti perduti. Parte 2 /

by Tolkien, J. R. R. (John Ronald Reuel) [aut]; Pieruccini, Cinzia [trl]; Tolkien, Christopher [edt]; Società Tolkieniana Italiana [edt].
Material type: materialTypeLabelBookSeries: Tascabili Bompiani: 1249; I libri di J. R. R. Tolkien: Publisher: Milano : Tascabili Bompiani, 2017Description: 564 p. ; 20 cm.ISBN: 9788845274640.Uniform titles: The book of lost tales : part 2. Italian.Subject(s): Middle Earth (Imaginary place) -- Fiction | Fantasy literature, English
Translation of:
The book of lost tales : part 2
Summary: Il ciclo dei racconti di Tolkien rappresenta la prima opera di grande respiro dello scrittore inglese. Questa serie di storie brevi, iniziata nel 1916, si affianca alla famosa "trilogia" de "Il Signore degli Anelli", che sta conoscendo una rinnovata fortuna presso i lettori. "Racconti perduti", che fa seguito a "Racconti ritrovati", è il secondo volume che Christopher Tolkien ha ricavato da vecchi quaderni appartenuti a suo padre. Alcune di queste storie si richiamano direttamente a opere come "Il Silmarillion", mentre altre esistono solo come schema o appunto che Christopher ha raccolto e analizzato per ricostruirne poi la forma definitiva. Si accresce così il valore di questa raccolta, che rappresenta una pietra miliare nella narrativa fantasy.
List(s) this item appears in: Fondo Filippo Contino
Tags from this library:
No tags from this library for this title.
Location Call number Status Date due
823.912 T6499.Hme.02 (Browse shelf) Available

In appendice: Nomi dei racconti perduti

Includes index.

Il ciclo dei racconti di Tolkien rappresenta la prima opera di grande respiro dello scrittore inglese. Questa serie di storie brevi, iniziata nel 1916, si affianca alla famosa "trilogia" de "Il Signore degli Anelli", che sta conoscendo una rinnovata fortuna presso i lettori. "Racconti perduti", che fa seguito a "Racconti ritrovati", è il secondo volume che Christopher Tolkien ha ricavato da vecchi quaderni appartenuti a suo padre. Alcune di queste storie si richiamano direttamente a opere come "Il Silmarillion", mentre altre esistono solo come schema o appunto che Christopher ha raccolto e analizzato per ricostruirne poi la forma definitiva. Si accresce così il valore di questa raccolta, che rappresenta una pietra miliare nella narrativa fantasy.