Normal view MARC view ISBD view

Costituzione italiana : articolo 1 /

by Urbinati, Nadia [aut].
Material type: materialTypeLabelBookSeries: Sfere extra. Costituzione italiana: Publisher: Roma : Carocci, 2017Description: xv, 143 p. ; 18 cm.ISBN: 9788843088577.Subject(s): Constitutional law -- ItalySummary: Perché l’articolo 1 si può considerare “rivoluzionario”? Come giunsero i costituenti alla sua formulazione? Il volume tratteggia le idee dei maggiori protagonisti, europei e statunitensi, riguardo alla concezione classica e moderna di democrazia, di libertà politica e di popolo, e al ruolo del lavoro. Gli argomenti con cui i costituenti difesero o si opposero alla scrittura di quell’incipit sono fatti dialogare tra loro e con i teorici e gli attori politici che hanno contribuito alla nascita della democrazia moderna. Come si è manifestata e come è cambiata nel tempo l’identità della nostra democrazia? Quali sfide l’hanno mutata e contestata? Quali trasformazioni ha registrato? Il libro si conclude invitando a continuare la riflessione critica delle condizioni attuali della nostra società alla luce della visione nobile di democrazia che ci consegnarono i costituenti.
Tags from this library:
No tags from this library for this title.
Location Call number Status Date due
Emeroteca 342.45 C8425.v01 (Browse shelf) Available

Perché l’articolo 1 si può considerare “rivoluzionario”? Come giunsero i costituenti alla sua formulazione? Il volume tratteggia le idee dei maggiori protagonisti, europei e statunitensi, riguardo alla concezione classica e moderna di democrazia, di libertà politica e di popolo, e al ruolo del lavoro. Gli argomenti con cui i costituenti difesero o si opposero alla scrittura di quell’incipit sono fatti dialogare tra loro e con i teorici e gli attori politici che hanno contribuito alla nascita della democrazia moderna. Come si è manifestata e come è cambiata nel tempo l’identità della nostra democrazia? Quali sfide l’hanno mutata e contestata? Quali trasformazioni ha registrato? Il libro si conclude invitando a continuare la riflessione critica delle condizioni attuali della nostra società alla luce della visione nobile di democrazia che ci consegnarono i costituenti.