Normal view MARC view ISBD view

Profetismo e apocalittica in Dante : strutture e temi dalla "Vita nuova" alla "Divina Commedia" /

by Mineo, Nicolò [aut].
Material type: materialTypeLabelBookSeries: Chesed: 8Publisher: Acireale ; Roma : Tipheret, 2018Description: 312 p. ; 21 cm.ISBN: 9788864963006.Subject(s): Dante Alighieri, 1265-1321 -- Criticism and interpretation | Dante Alighieri, 1265-1321 -- Symbolism | Eschatology in literatureSummary: Se il dantismo recente si è orientato verso la restituzione di un Dante medievale in quanto teologo, filosofo e moralista, non sono mancate ricerche specificamente incentrate sugli aspetti mistico-devozionali della sua opera. In questa direzione è isolabile una linea d'indagine "suggestiva e molto feconda" che ha restituito la figura di un Dante profeta o poeta-profeta e l'immagine di un poema, la Divina Commedia, da ripensare come opera integralmente profetica. Nicolò Mineo, partendo dalle intuizioni di Foscolo e dalla teorizzazione di Bruno Nardi, costruisce una teoria rigorosa e sistematicamente impostata che coniuga la dimensione visionaria con quella profetico-apocalittica di Dante. Analizzando sotto questa luce l'intera opera del poeta, con particolare riguardo alla Vita Nuova e alle Epistole «politiche», l'autore propone una lettura della Commedia come racconto, nella forma dell'allegoria poetica, di una visione "culminante nel raptus sul modello paolino", largita a Dante per la sua personale salvazione e funzionale alla missione di illuminare gli uomini del suo tempo.
Tags from this library:
No tags from this library for this title.
Location Call number Status Date due
851.1 A411.Z.M6641.pro (Browse shelf) Available
Browsing Biblioteca Allievi Shelves Close shelf browser
No cover image available
851.1 A411.Z.C933.pro La profezia imperfetta : 851.1 A411.Z.F343 Le canzoni di Dante : 851.1 A411.Z.K658 Dante e la critica letteraria : 851.1 A411.Z.M6641.pro Profetismo e apocalittica in Dante : 851.1 A411.Z.M6641.sag Saggi e letture per Dante / 851.1 A411.Z.M6641.sog.v1 Dante : 851.1 A411.Z.M6641.sog.v2 Dante :

Se il dantismo recente si è orientato verso la restituzione di un Dante medievale in quanto teologo, filosofo e moralista, non sono mancate ricerche specificamente incentrate sugli aspetti mistico-devozionali della sua opera. In questa direzione è isolabile una linea d'indagine "suggestiva e molto feconda" che ha restituito la figura di un Dante profeta o poeta-profeta e l'immagine di un poema, la Divina Commedia, da ripensare come opera integralmente profetica. Nicolò Mineo, partendo dalle intuizioni di Foscolo e dalla teorizzazione di Bruno Nardi, costruisce una teoria rigorosa e sistematicamente impostata che coniuga la dimensione visionaria con quella profetico-apocalittica di Dante. Analizzando sotto questa luce l'intera opera del poeta, con particolare riguardo alla Vita Nuova e alle Epistole «politiche», l'autore propone una lettura della Commedia come racconto, nella forma dell'allegoria poetica, di una visione "culminante nel raptus sul modello paolino", largita a Dante per la sua personale salvazione e funzionale alla missione di illuminare gli uomini del suo tempo.