Normal view MARC view ISBD view

Un inverno italiano : cronache con rabbia (2008-2009) /

by Camilleri, Andrea [aut]; Lodato, Saverio [aut].
Material type: materialTypeLabelBookSeries: Reverse: Publisher: Milano : Chiarelettere, 2009Description: 336 p. ; 20 cm.ISBN: 9788861900882.Subject(s): Italy. -- Politics and government. -- 21st centurySummary: Chi meglio di Andrea Camilleri può raccontare la tragicommedia che stiamo vivendo? Saverio Lodato ha dato voce al più popolare scrittore italiano che commenta giorno per giorno, dal novembre 2008 al maggio 2009, fatti, misfatti, personaggi e figurine che hanno invaso le cronache di giornali e tv. Ecco in scena le bravate di "Piccolo Cesare" insieme con il terremoto e la passerella elettorale, l'infinita emergenza extracomunitaria e i provvedimenti disumani del governo, la pena e lo sciacallaggio sul dramma di Eluana, la Chiesa di Tettamanzi (ma anche quella del papa), l'incivile polemica sul biotestamento, la ridicola censura a Vauro, il lodo Alfano che grazia Berlusconi... Un Camilleri controcorrente, tra storia e cronaca, tradizione e racconto.Review: «Questi politici sempre più si considerano intoccabili. Il loro motto è: io pozzu fari e disfari e cuntu non aiu da dari.» Leonardo Sciascia aveva fatto in tempo ad accorgersi che l'Italia era diventata «un paese senza verità». Non poteva prevedere che sarebbe diventato il paese dalle mille verità. Questo libro di Saverio Lodato e Andrea Camilleri, che ripropone i testi pubblicati dal novembre 2008 al maggio 2009 sull'Unità, è stato scritto un giorno dopo l'altro, registrando frase dopo frase il "grandguignol" della politica e della cronaca italiane. Sono pagine di commenti e resoconti rabbiosi, dalle quali emerge tutto e il contrario di tutto, le leggi fatte dal premier per non farsi processare, la volgarità eletta a stile di vita, l'informazione a libro paga, il paese delle mille caste. è il diario di un inverno italiano che lascia l'amaro in bocca. Il libro però vuole essere anche una scommessa: trovare, nella confusione di casi sensazionali, notizie eclatanti e misteri indecifrabili, nella ridda di voci, "boatos" e smentite di regime, un piccolo kit di sopravvivenza, una piccola barriera per non essere sommersi dal mare delle chiacchere. Riviviamo così il novembre dell'anno appena trascorso quando, con le Borse a picco in mezzo mondo e la valanga della crisi in arrivo sull'Italia, il nostro Presidente del Consiglio sembrava canticchiare «tutto va ben, madama la Marchesa». In dicembre, invece, ciò che colpisce gli autori è il decreto che raddoppia l'Iva per il gruppo televisivo Sky: una tassazione che colpisce il principale concorrente di Mediaset e, indirettamente, quasi 5 milioni di italiani che sono abbonati alla tv di Rupert Murdoch. A quella legge seguono i provvedimenti governativi contro l'immigrazione clandestina e tutta la polemica sul calvario della giovane Eluana Englaro. Per fortuna, scrive Camilleri, a Natale si segnala anche una buona novella: è l'idea di un fondo per i poveri del cardinale Tettamanzi che, nella notte del 24 dicembre a Milano, annuncia lo stanziamento di un milione di euro per le famiglie dei disoccupati. Una rivincita della Chiesa degli atti concreti, amata dal creatore di Montalbano, contro la Chiesa che sa solo pontificare. Il libro prosegue con le cronache dell'anno 2009 nelle quali Camilleri e Lodato passano in rassegna con sarcasmo, ironia e lucidità tutti i temi della vita politica nazionale. L'Alitalia, le social card, la legge anti-intercettazioni, le ronde, il decreto sull'edilizia. Tutto l'inverno italiano appena trascorso rivive in questo libro sui fatti e misfatti dell'Italia di oggi che non può lasciare indifferenti. (ibs.it)
List(s) this item appears in: Fondo Vincenzo Angilella
Tags from this library:
No tags from this library for this title.
Location Call number Status Date due
945.093 C183inv (Browse shelf) Available

Includes index.

Chi meglio di Andrea Camilleri può raccontare la tragicommedia che stiamo vivendo? Saverio Lodato ha dato voce al più popolare scrittore italiano che commenta giorno per giorno, dal novembre 2008 al maggio 2009, fatti, misfatti, personaggi e figurine che hanno invaso le cronache di giornali e tv. Ecco in scena le bravate di "Piccolo Cesare" insieme con il terremoto e la passerella elettorale, l'infinita emergenza extracomunitaria e i provvedimenti disumani del governo, la pena e lo sciacallaggio sul dramma di Eluana, la Chiesa di Tettamanzi (ma anche quella del papa), l'incivile polemica sul biotestamento, la ridicola censura a Vauro, il lodo Alfano che grazia Berlusconi... Un Camilleri controcorrente, tra storia e cronaca, tradizione e racconto.

«Questi politici sempre più si considerano intoccabili. Il loro motto è: io pozzu fari e disfari e cuntu non aiu da dari.» Leonardo Sciascia aveva fatto in tempo ad accorgersi che l'Italia era diventata «un paese senza verità». Non poteva prevedere che sarebbe diventato il paese dalle mille verità. Questo libro di Saverio Lodato e Andrea Camilleri, che ripropone i testi pubblicati dal novembre 2008 al maggio 2009 sull'Unità, è stato scritto un giorno dopo l'altro, registrando frase dopo frase il "grandguignol" della politica e della cronaca italiane. Sono pagine di commenti e resoconti rabbiosi, dalle quali emerge tutto e il contrario di tutto, le leggi fatte dal premier per non farsi processare, la volgarità eletta a stile di vita, l'informazione a libro paga, il paese delle mille caste. è il diario di un inverno italiano che lascia l'amaro in bocca. Il libro però vuole essere anche una scommessa: trovare, nella confusione di casi sensazionali, notizie eclatanti e misteri indecifrabili, nella ridda di voci, "boatos" e smentite di regime, un piccolo kit di sopravvivenza, una piccola barriera per non essere sommersi dal mare delle chiacchere. Riviviamo così il novembre dell'anno appena trascorso quando, con le Borse a picco in mezzo mondo e la valanga della crisi in arrivo sull'Italia, il nostro Presidente del Consiglio sembrava canticchiare «tutto va ben, madama la Marchesa». In dicembre, invece, ciò che colpisce gli autori è il decreto che raddoppia l'Iva per il gruppo televisivo Sky: una tassazione che colpisce il principale concorrente di Mediaset e, indirettamente, quasi 5 milioni di italiani che sono abbonati alla tv di Rupert Murdoch. A quella legge seguono i provvedimenti governativi contro l'immigrazione clandestina e tutta la polemica sul calvario della giovane Eluana Englaro. Per fortuna, scrive Camilleri, a Natale si segnala anche una buona novella: è l'idea di un fondo per i poveri del cardinale Tettamanzi che, nella notte del 24 dicembre a Milano, annuncia lo stanziamento di un milione di euro per le famiglie dei disoccupati. Una rivincita della Chiesa degli atti concreti, amata dal creatore di Montalbano, contro la Chiesa che sa solo pontificare. Il libro prosegue con le cronache dell'anno 2009 nelle quali Camilleri e Lodato passano in rassegna con sarcasmo, ironia e lucidità tutti i temi della vita politica nazionale. L'Alitalia, le social card, la legge anti-intercettazioni, le ronde, il decreto sull'edilizia. Tutto l'inverno italiano appena trascorso rivive in questo libro sui fatti e misfatti dell'Italia di oggi che non può lasciare indifferenti. (ibs.it)