Normal view MARC view

Castorina, Emanuele, 1924-1977 (Personal Name)

Used in 68 records
Preferred form: Castorina, Emanuele, 1924-1977
Used for/see from:
  • Castorina, E. (Emanuele)

Author's I "poetae novelli" 1949.

nuc89-44738: Paladini, V. Storia della letteratura latina, c1970 (hdg. on GASU rept.: Castorina, Emanuele; usage: E. Castorina)

LC data base, 2/27/90 (hdg.: Castorina, Emanuele; usage: Emanuele Castorina)

Nasce a Catania e si laurea in Lettere nel 1945. Insegnerà però a Catania solo dal 1972. La produzione di Castorina non trascura nessuna epoca della letteratura latina antica, da Lucilio fino a Rutilio Namaziano e il suo debutto critico è con un libro su Licinio Calvo sulla cui problematica produzione si arrovellerà Castorina a più riprese. Due furono i problemi fondamentali su Calvo che dovette affrontare: il neoterismo e l'atticismo, connessi alla storia della poesia e della letteratura latina. Risultato finale delle meditazioni fu il libro Questioni neoteriche. Fra i neoterici Castorina inseriva per certi versi anche Orazio, a cui dedicò un fondamentale libro nel 1965 che ripercorreva la sua produzione in luce crociana, influenzata anche dal Marmorale. Affronta poi con grande impegno la questione cronologica su Petronio, e anche questo è un segno di adiacenza col Marmorale, che era passato dalla tradizionale identificazione del romanziere col personaggio di Tacito alla sua collocazione tra la fine del II e l'inizio del III sec. Notevole poi la sua edizione del De spectaculis di Tertulliano, spinto da Cataudella, dove arricchisce la sua esperienza di filologo formale. (Gherardo Fabretti).